Ricardo Alarcón de Quesada -Bisogna salvare il Venezuela

“La repressione massiccia contro i latinoamericani negli Stati Uniti; l’infame muro di Trump e i suoi mezzi di protezionismo commerciale; la vergognosa destituzione di Dilma Roussef; la costante apparizione di cimiteri clandestini in Messico e in altri luoghi; gli omicidi quotidiani di giornalisti; i ragazzi desaparecidos di Ayotzinapa; le ragazze morte in Guatemala; l’incendio del parlamento paraguayano; gli scioperi e le proteste popolari in Argentina, in Brasile e in altri paesi fanno parte di un lungo elenco che interessa i popoli ma che non esistono per il Segretario Generale dell’OEA né per il placido gregge che lo segue.

Perché l’OEA non è stata creata per affrontare la realtà. Non è mai stata altro che uno strumento per la dominazione imperiale. Il fatto che adesso tirino fuori questo vecchio e disprezzato utensile, calpestandone perfino le regole e i procedimenti, è un campanello d’allarme. L’aggressione imperialista è in marcia e dobbiamo fermarla. Il crimine si sta consumando alla luce del giorno, sotto gli occhi di tutti e contemplarlo con calma sarebbe una complicità imperdonabile. Bisogna moltiplicare la solidarietà. Bisogna salvare il Venezuela.”

 

*Ricardo Alarcón de Quesada, ex Ministro degli Esteri di Cuba, ex Presidente dell’Assemblea del Poder Popular (14.4.2017)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.