José Steinsleger – Ciro Bustos, il luogotenente del Che

images-1

José Steinsleger, giornalista storico del quotidiano messicano La Jornada, ma argentino di nascita, sull’onda delle molteplici e contraddittorie iniziative delle settimane scorse per ricordare il 50° anniversario dell’assassinio del Che, ripropone la storia –tergiversata e infangata- di uno degli uomini andati in Bolivia con il Che. Ciro Bustos, pittore argentino, arrestato insieme a Regis Debray, è stato insistentemente sospettato di aver rivelato la posizione del Che nella regione e dunque di averne favorito l’arresto. Liberato dopo qualche anno, clandestino nella sua natia Argentina, ha poi chiesto asilo politico in Svezia dove ha vissuto molti anni e dove è morto il 1 gennaio 2017. Steinsleger nota che, nonostante Bustos avesse scritto in un libro la sua verità in occasione del 40° anniversario, la fama di essere stato lui il delatore, persiste. Per questo, da bravo giornalista di lungo corso, ritira fuori le carte ingiallite del suo archivio, le interviste e le testimonianze che ha raccolto e ci restituisce tutta l’etica del personaggio, in onore alla verità storica. Continua a leggere

Annunci
Pubblicato in ARTICOLI TRADOTTI, Senza categoria | Contrassegnato , , , , , ,

Alessandra Riccio – Onofrio Pappagallo, Verso il Nuovo Mondo – Il PCI e l’America Latina (1945-1973)*

images

Con una Prefazione di Giuseppe Vacca e una Presentazione di Donato Di Santo, la ricerca di Onofrio Pappagallo sui rapporti fra il PCI e l’America Latina viene garantita da due intellettuali e militanti che pur non essendo del tutto testimoni diretti, conoscono bene le cose di cui si parla. E cioè del rapporto complicato, e non sempre felice, fra il PCI e i Partiti Comunisti, i movimenti di lotta armata, i sindacati e la sinistra in generale dell’America Latina. In esordio, lo stesso Vacca, invitato nel 1991 a Buenos Aires dal Club Socialista di José Aricó, racconta dell’ inquietudine di quegli intellettuali che contestavano all’unisono “la legittimità della nostra decisione [di sciogliere il PCI] perché consideravano il comunismo italiano una fonte viva di innovazione e revisione, di rilevanza internazionale, che non avevamo il diritto di estinguere”. Continua a leggere

Pubblicato in ARTICOLI DI ALESSANDRA RICCIO, RECENSIONI | Contrassegnato , , , , , , , , , , , ,

Lucia Cupertino – Benvenuti a Mi verde morada

 

20170417_112458-740x493

Tantissimi sono i pregi che si possono attribuire a Francesca Gargallo, solo per citarne due la grinta e l’ostinata ricerca della giustizia sociale in versione postcoloniale, molto esteso e tenace il suo impegno come filosofa, scrittrice, femminista, attivista ma, se dovessi avere a disposizione una sola parola per definirla, sceglierei senza esitazione: anfritriona. Continua a leggere

Pubblicato in CONTRIBUTI, Senza categoria | Contrassegnato , , ,

Alvaro García Linera – Achacachi popolo, Achacachi comunità (alcune chiavi per capire il conflitto oltre le apparenze)

image001

 

Il cammino dei governi progressisti in America Latina è difficile e complicato. Le difficoltà sorgono da vari fronti interni ed esterni. La Rivoluzione Sandinista venne accusata di non dare voce ai bisogni degli indios misquitos sulla costa atlantica. Né prima, né dopo nessuno si è preoccupato della sorte di quelle popolazioni. In Bolivia, paese a maggioranza indigena, il caso è certamente diverso, ma comunque delicatissimo, trattandosi di un’insorgenza aymara durante il governo di un presidente aymara. Qualche settimana fa il Vice Presidente Alvaro García Linera ha scritto questo articolo fuori dai denti. Oggi la questione sembra farsi più grave ma l’articolo serve a capire meglio il problema. Continua a leggere

Pubblicato in ARTICOLI TRADOTTI, Senza categoria | Contrassegnato , , , , , ,

Gonzalo Abella* – A proposito della rinuncia di Sendic figlio

images

Il cammino dei governi progressisti in America Latina è arduo e pieno di trappole di ogni genere, interne ed esterne. In Uruguay il Vicepresidente Raúl Sendic, figlio del leggendario fondatore del movimento tupamaro, per anni nelle carceri del suo paese, è accusato di malversazione e si è dimesso. Fra le tante trappole, la corruzione di personaggi con una storia come quella del Vicepresidente, è una delle più deprimenti.
Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria

Carmine de Vito – Un killer spietato ma devoto a Padre Pio

domenico-antonio-mancuso-hoyos-578525_tn

 

Domenico Antonio Mancusi Hoyos vive e si nasconde in Italia*: ne sono certi gli investigatori della Colombia, soprattutto dopo l’arresto  di ‘El Ruso’, catturato ad aprile a Civitavecchia dal Gico della Guardia di Finanza con un’operazione coordinata dal Servizio di Cooperazione internazionale di Polizia della Direzione centrale della Polizia criminale e della Dcsa (Direzione centrale per i Servizi Antidroga). Continua a leggere

Pubblicato in CONTRIBUTI, Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , ,

Ilka Oliva Corado – E adesso, Riforma Migratoria!

images

Mi dispiace dire che non mi commuove per niente il fatto che sia cancellato il programma DACA (Deferred Action for Childhood Arrivals) che beneficiava i “Sognatori” (Dreamers). Anche se da ora in poi potrebbe trasformarsi in una legge che permetterebbe loro la residenza permanente nel caso che il Congresso legiferi a loro favore. Oppure potrebbero diventare deportabili come lo siamo noi paria. Continua a leggere

Pubblicato in ARTICOLI TRADOTTI, Senza categoria | Contrassegnato , , , , ,