Archivio dell'autore: alessandrariccio

Dora Salas – Una porta per la vita. L’esilio in prima persona

Eravamo, siamo, sopravvissuti delle dittature che dal 1930 fino al 1983 hanno detenuto il potere in Argentina durante sei periodi, di differente durata e incremento della violenza. La mia generazione, nata dopo la Seconda Guerra Mondiale, fra gli anni 70 … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria

Angel Guerra Caprera – Addio al neoliberismo in Messico

L’insediamento di López Obrador come presidente ha confermato la volontà vulcanica di cambiamento di regime espressa il I luglio da più di 30 milioni di messicani. La travolgente manifestazione popolare nella capitale e in altre città, le lacrime di commozione … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria

Pedro de la Hoz – La musica del Cimarrón

  Miguel Barnet non occupa un posto prominente solo nelle lettere latinoamericane e caraibiche del nostro tempo, ma anche, per le ragioni che spiegherò più avanti, nell’avanguardia musicale contemporanea tanto che il suo nome è associato a uno dei compositori … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria

Ilka Oliva Corado – Perire nel tentativo

Poiché non hanno documenti, sono indocumentati, i migranti in transito sono esposti allo scherno pubblico nel caso in cui nella loro mobilitazione vi sia una finalità politica. E’ questo il caso della massa umana che è emigrata dall’Honduras qualche settimana … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria

Alessandra Riccio – Un’avventura napoletana per Fernando del Paso

  Lo ha detto scherzando: andrei a prendere questo premio in carrozzella a reazione o in reattore a rotelle, ci andrei comunque. E infatti, eccolo schierato insieme a sua moglie, ciascuno sulla sua sedia a rotelle, nel Paraninfo dell’Università di … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria

Rosa Miriam Elizalde -Bolsonaro, WhatsApp e come arrivare al potere con la menzogna

  Gli ingenui che credono nella democrazia digitale hanno dimenticato che l’informazione non scorre nel vuoto, ma in uno spazio politico che è già occupato, organizzato e strutturato in termini di potere. E se qualcuno avesse dei dubbi, c’è il … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria

Eric Nepomuceno – Addio, paese mio. Addio

  Ieri, dopo aver votato, siamo andati –la mia compagna da quaranta anni, nostro figlio ed io- da “Alvaro’s”, per mangiare un boccone e vivere l’emozione di aver votato per un futuro nel quale crediamo e che era minacciato. Nella … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria